Sensi sommersi in un labirinto esperenziale

Dedalo

CLIENTE

 

Cifadue Srl, società attiva nel settore food and beverage, che ha puntato su un nuovo locale di ristorazione ed eventi nei Sassi di Matera negli anni in cui si preparava a diventare Capitale Europea della Cultura.

 

 

RICHIESTA

 

Siamo stati contattati per creare il concept e curare il lancio di un ambizioso progetto che partiva dall’idea di far rivivere uno luogo semiabbandonato per farne un punto di riferimento esclusivo rispetto agli altri ristoranti della città.

IL NOSTRO LAVORO

 

Il percorso di comunicazione integrata è partito da una precisa strategia connessa ad un concept fondato sulla particolarità del locale, ubicato nell’antico rione Sassi della città di Matera, nel cuore della parte più antica e della città: una superficie di 800 m2 circa, un ambiente ipogeo, interamente scavato nel sottosuolo, composto da grotte intercomunicanti che danno vita a tunnel labirintici.

Alla pura natura della roccia interamente scavata, tipica di una architettura in negativo delle più antiche cavità dei Sassi, si affianca la presenza di pilastri sculture che richiamano alcuni miti greci tra cui di particolare fascino la figura dominante di donna che si accarezza il grembo.
Sebbene il fascino della location sotterranea è insita nella peculiarità del luogo e nella asperità delle pareti di roccia si fa grande l’interrogativo di come trasformare tutto ciò in un valore aggiunto percepibile dalla potenziale clientela.

Le storie nel luogo

 

L’attività punta sulla ristorazione allargando anche ai ricevimenti e agli eventi rivolgendosi ad un target maturo e alto-spendente.
Abbiamo cercato una strada comunicativa che mettesse insieme elementi della tradizione, con elementi sensoriali, la tipicità del luogo con la sua storia e quella personale dei proprietari.
Tra le diverse proposte di identità verbale scegliamo il naming “Dedalo”, personaggio della mitologia greca, conosciuto per le sue grandi doti di architetto, scultore e inventore, che costruì il famoso labirinto su ordine di Minosse in cui fu rinchiuso il Minotauro.

Questa parola di uso comune nella lingua italiana sta a indicare appunto un labirinto, un intrico, un insieme di percorsi intrecciati in cui potersi perdere. Un richiamo alla bellezza intrinseca del luogo, alla sua particolarità architettonica e al suo complesso sistema di passaggi fra i diversi ambienti.
Con il nostro lavoro di copywriting abbiamo così sancito la scelta del nome: “Scendere nel labirinto di Dedalo è un emozionante viaggio di scoperta alla ricerca di sé, rappresenta l’immergersi nella nuda roccia, assaporare la magia del luogo e perdersi in maniera immaginaria fra i diversi percorsi della ristorazione sinestetica e delle proposte culturali.”

Al nome del brand abbiamo aggiunto il payoff “Sensi Sommersi”, per rafforzare la tipicità del locale interamente scavato nella pancia della terra e il richiamo ai cinque sensi da riscoprire in un vero viaggio sinestetico in cui il senso del gusto è centrale ed è parte di un’esperienza.

Un brand impattante per caratterizzare l’attività di ristorazione facendone un must da visitare

Ti piace il nostro lavoro?

 

Contattaci per il tuo progetto

Segui il filo

 

Si progetta quindi una identità visiva prettamente evocativa partendo dal richiamo del logomarchio al Minotauro e al filo di Arianna con cui questa riuscì a salvarsi uscendo dal labirinto. Proprio il filo di un rosso carminio diventa l’elemento visivo protagonista che domina la comunicazione promozionale e le sale del ristorante.

La forma antropomorfa della figura mitologica è sintetizzata nella forma delle corna e dell’arto inferiore del corpo umano rappresentato con una linea unica, il celebre filo.
Il font scelto per il logotipo per la sua eleganza viene caratterizzato con lo stesso stile filiforme nelle grazie.

In sintonia con il lavoro di progettazione degli ambienti, condotto dall’architetto Antonio Mattia Acito, viene sviluppato questo concept per enfatizzare la suggestione della comunicazione anche negli ambienti grazie ad un lavoro di space design interno ed esterno studiato nei minimi dettagli.

Seguono tutte le elaborazioni grafiche necessarie a consolidare la comunicazione del brand e del suo prestigio per rafforzare una percezione di esclusività ed eccellenza: dall’immagine coordinata completa (biglietti da visita, carta intestata, busta da lettera), ai diversi menù (food, drink, carta vini, caffetteria), alle divise del personale, alle caratterizzazioni del servizio.

Il teasing in giro per la città e sui social

 

Per il lancio del locale si pianifica un’azione di teasing offline con una campagna pubblicitaria in tre fasi. Coinvolgiamo Andrea Eusebi, scultore e addetto agli effetti speciali nel cinema, la cui scultura raffigurante il Minotauro diventa centrale nella grafica dell’immagine promozionale di lancio.
Il manifesto affisso in diversi punti della città mostra soltanto questa figura, delle sinuose linee rosse, un hashtag #seguiilfilo, una data ed un indirizzo.

Contemporaneamente si progetta un’azione di guerrilla marketing con l’installazione di porzioni di filo rosso legato in alcuni punti di un percorso pedonale a partire dalla piazza principale della città ad arrivare al locale (non più realizzata a causa dei tempi burocratici dei permessi) e, nella serata di inaugurazione, una performance artistica di danza e teatro con il Minotauro che diventava simbolo vivente protagonista.

Online si punta a creare curiosità verso un luogo ignoto con una campagna di post social sponsorizzati su Facebook e Instagram riportanti passi di svariate opere letterarie ispirate al mito greco, per innescare curiosità, accompagnati solo dall’hashtag.

Il sito web

 

Si è conclusa la strutturazione del percorso di comunicazione con un progetto web interattivo delineato sullo stesso gioco di stile e ricerca, poi rielaborato con un sito web più completo ed esplicativo a seguito della fase di teasing.

Foto di Domenico Fittipaldi

Sensi sommersi

 

Abbiamo fatto rivivere il mito di Dedalo declinandolo in una esperienza sensoriale che tutti gli avventori hanno dal principio sottolineato con entusiasmo nelle recensioni (da TripAdvisor a Facebook) confermando la suggestione indotta dalla comunicazione, dallo stile, dai luoghi e dal racconto, al punto di rendere accogliente e incantevole un labirinto sotterraneo che regala sempre una bella esperienza.

La location di Dedalo è stata poi selezionata in diverse occasioni sin dai primi mesi di attività per ospitare riprese fotografiche e video, tra cui uno spot con protagonisti Cecilia Rodriguez e Francesco Monte per la regia di Riccardo Boccuzzi.

RISULTATI

In meno di un mese si ottengono 2.000 contatti tra visualizzazioni del sito ed interazioni con i profili social, genera un passaparola digitale che ha travalicato i confini regionali procurando notevole interesse ed un sold out di prenotazioni per i primi due mesi.

“Il lavoro svolto da EGO55 per lo sviluppo del brand del nostro nuovo ristorante ha generato la percezione di esclusività e originalità che volevamo conferire, esaltando gli elementi architettonici e l’atmosfera che intendevamo trasmettere ai nostri clienti. Le azioni di comunicazione implementate hanno inoltre facilitato la fase di avvio dell’attività, fase critica per ogni nuova impresa, creando un’aspettativa ed una desiderabilità di livello elevato.”

 

PIETRO CIFARELLI, Dedalo

Il tuo brand ha bisogno di un percorso su misura?

 

Contattaci per fissare una call gratuita

Ti piace il nostro lavoro? Contattaci